You are currently browsing the tag archive for the ‘Nuove figure professionali’ tag.

Capire come si evolve la consapevolezza del consumatore è uno dei compiti degli operatori di mercato.
In periodi di crisi dei prezzi il consumatore diventa sempre più esigente: la ricerca di canali alternativi diventa prioritario.
Bypassare la “catena” della filiera diventa per i consumatori un obiettivo principale.
Per le aziende produttrici il web ed i blog possono essere una opportunità di avanguardia se riescono a coinvolgere il consumatore consapevole:
come posso migliorare il prodotto, come posso migliorare la sua distribuzione, come posso far capire
ed apprezzare al mercato il prezzo/qualità del mio prodotto.

Facilitare l’avvio di un dialogo tra produttori e consumatori finali, creare nuovi canali di vendita prioritari sono alcuni compiti del “facilitatore tecnologico”.

Questo nome, anche se molto elementare, ben illustra le caratteristiche che deve avere questo uomo marketing: deve sapere muoversi nella rete, deve poter unire, collegare uomini, associazioni, esigenze diverse.

Mi ricorda molto un ruolo, a me molto caro, che avevo ricoperto in altri ambiti che con il web nulla avevano da spartire: l’ingegnere di prodotto.
Era una figura che doveva sapersi districare tra le diverse esigenze all’interno di una realtà aziendale produttiva: la produzione, il marketing, la qualità, la ricerca e sviluppo, la progettazione.
Il suo scopo fondamentale era quello di riuscire ad interpretare le varie esigenze e fornire al mercato il giusto prodotto.
Un mestiere difficile ma molto interessante con affinità con quello del “facilitatore tecnologico”: una figura, non necessariamente alle dipendenze dell’azienda, con un orecchio teso verso il mercato ed i consumatori ed un’altro verso le esigenze delle aziende.
Voi direte: ma questo è il marketing!
Sì è marketing ma un marketing che guarda oltre!

Avevo parlato in precedenza di reputazione in rete e nuove figure professionali.
Il primo pensiero che mi passa per la mente, parlando di reputazione, è il famoso punteggio di eBay che ci fornisce l’affidabilità del nostro interlocutore.
In molte altre situazioni in internet ci piacerebbe avere un’idea rassicurante delle persone che si celano dietro email, userID, avatar… il netclipper ha proprio il compito di navigare alla ricerca di informazioni e reputazioni su aziende e persone.
La proliferazione di fonti di informazioni disponibili in diverse modalità (testuali, video) rendono sempre più difficile la ricerca in rete. Quindi se fino a ieri bastava utilizzare un motore di ricerca per reperire le informazioni ora con l’avvento della logica web 2.0 il discorso si complica.
Come opero?
Innanzitutto i motori di ricerca pur non fornendo più risultati soddisfacenti sono ancora una tappa obbligata: quindi monitoriamo la presenza in rete di un’azienda, di un nome e cognome (ed anche cognome e nome), di una email estendendo la ricerca a newsgroup, testate giornalistiche (as esempio http://news.google.it/).
Un buon servizio da utilizzare ad esempio è Google Alert che ci permette di ricevere email su un determinato specifico argomento ogni volta che ci sono novità tra le news, sul web o tra i gruppi di discussione.
Ma ovviamente questo non basta: dobbiamo monitorare la blogosfera e quindi usiamo quindi Technorati, Netvibes, Google BlogSearch, feedster, Icerocket, Bloglines, Rollyo.
Queste operazioni di monitoraggio sono faticose ed è per questo motivo che i netclipper di professione normalmente dispongono di software proprietari che sono in grado di  scandagliare la rete alla ricerca di queste informazioni.
Adesso che ci penso non sarebbe male creare un webbot in php con cui fare queste cose… potrei buttare giù un progettino.
Per chi vuole saperne di più l’istituzione in Italia è Extrapola.

giugno: 2017
L M M G V S D
« Apr    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930